Ieri

Virgilio-Spigarelli

Essere generatore è la grazia più grande che possa capitare a un uomo. E’ una benedizione, un dono. Un artista dotato di un minimo di coscienza non può non stupirsi dell’opera delle proprie mani, perchè la bellezza non appartiene alle sue mani, è un mistero che non appartiene a lui.

L’uomo tende a generare, ma sa che, se qualcosa si genera, non è opera sua. La generazione coincide con lo stupore per l’opera di qualcun’altro.

L’espressione “è Dio che opera” descrive, in termini di piena consapevolezza, questa evidenza dell’esperienza umana. Perciò “generare tracce” non può che avere un significato: che le tracce sono tracce di un altro. Ma per dire questo, è necessario che quest’altro si sia presentato nell’orizzonte dell’esperienza: non è un’idea che nasce da sola.

E’ necessario che sia accaduto, e che sia accaduto in modo tale da continuare ad accadere.

Luigi Giussani

(TRACCE 1999)

arrow_left-512
Dal 1985 la Spigarelli Ceramiche garantisce il meglio del Made in Italy per la vostra vita.
Seguici nelle nostre pagine per conoscere tutte le nostre ultime novità!